Bella Mossa

Vivere con lo sport e sostenibilità

Il mountain biking è un allenamento da approcciare con cautela

Il mountain biking è un allenamento da approcciare con cautela

Siete stanchi del solito work-out? State valutando l’idea di iniziare un nuovo allenamento, del tutto diverso? Se siete tra le persone che amano le avventure e il brivido dell’imprevisto, allora nella top 3 delle idee che vi sono balenate in mente c’è sicuramente il mountain biking.

Lungi dall’essere uno sport omogeneo, il mountain biking viene comunemente suddiviso in varie categorie: cross country, cicloescursionismo, enduro, downhill, freeride, slopestyle, dirt jumping e trial.

Non importa quale sia la variante che avete scelto: allenarsi con la mountain bike richiede, in ogni caso, resistenza fisica e mentale.

Non parliamo soltanto di potenza muscolare, ma anche di capacità di restare in equilibrio, o di saper comprendere quando e come muoversi appropriatamente.

Inoltre, le uscite in mountain bike possono rivelarsi particolarmente “movimentate”, e sono diversi gli imprevisti a cui bisogna essere pronti.

Insomma, la versione spericolata del ciclismo classico è l’allenamento perfetto per le persone autosufficienti, resistenti e determinate.

Se non vi riconoscete in questo primo identikit, non c’è niente da temere: potete approfittare del mountain biking per sviluppare o rafforzare tutte le caratteristiche sopra elencate!

Detto diversamente, se non siete ancora dei biker affermati e vi siete appena avvicinati al tema, procedete pure. Attenzione però: incominciate con cautela, seguendo dei semplici accorgimenti.

Acquisire familiarità con gli strumenti e i percorsi

Dopo aver scelto la vostra bici con cognizione di causa, vi consigliamo di familiarizzare il più possibile con essa, prima di addentrarvi nei percorsi più divertenti e pericolosi. Acquisire una buona padronanza con il mezzo è il primissimo passo da fare.

Ovviamente, non dimenticate di procurarvi, oltre al casco, anche gli altri strumenti di sicurezza: guanti, parastinchi, gomitiere. Tutti questi oggetti sono più che necessari nel momento in cui si decide di intraprendere un percorso off-road!

La fase di preparazione non finisce qui

I principianti assoluti farebbero bene a percorrere a piedi il trail che andranno ad affrontare successivamente in mountain bike.

Non c’è niente di male nel voler ispezionare preventivamente il terreno, prima di inoltrarsi in luoghi sconosciuti, soprattutto se siete alle prime armi e non vi sentite sufficientemente sicuri delle vostre capacità.

Familiarizzate, dunque, con i possibili ostacoli, con la lunghezza del percorso, e con il grado di difficoltà con cui vi confronterete nella fase della resa dei conti!

Esercizio graduale e costante

Non appena vi sentite sicuri e a vostro agio, potete iniziare a divertirvi sui percorsi fuoristrada. Il consiglio che vi diamo, però, è quello di iniziare la vostra nuova esperienza con la mountain bike a ritmo graduale.

Entrate nel mondo del mountain biking in punta di piedi, soprattutto se non siete per niente abituati all’attività motoria!

In realtà, tutti gli sport richiedono una fase preliminare; il mountain biking, però, in particolar modo.

Come abbiamo anticipato, questo tipo di allenamento è un po’ speciale, per cui partire in quarta, in preda all’eccitazione, non vi farà certamente bene.
Misurate l’allenamento in base al vostro fisico e alle vostre abitudini.

In linea generale, se siete dei newbies vi suggeriamo di uscire una o due volte a settimana, e di iniziare con i percorsi più semplici. Con il passare del tempo, poi, aumentate, piano piano, il carico di lavoro.

Graduale non significa una volta al mese, quando capita!

Un buon allenamento deve essere sempre costante. La costanza è un elemento fondamentale soprattutto per il mountain biking.

Dopo una o due uscite, a causa di un probabile impatto sconcertante, avrete l’istinto ad arrendervi: ricordate che se non prendete in mano le redini, non diventerete mai dei bravi ciclisti!

Abituate, dunque, il vostro cervello a uno degli allenamenti più duri, e fatelo progressivamente e con assiduità.

INDICE DELL’ARTICOLO

Acquisire familiarità con gli strumenti e i percorsi
La fase di preparazione non finisce qui
Esercizio graduale e costante
Graduale non significa una volta al mese, quando capita!