Bella Mossa

Vivere con lo sport e sostenibilità

Alcuni infusi da provare per trovare sollievo dall’allergia

Alcuni infusi da provare per trovare sollievo dall’allergia

Ogni anno, non appena la natura si risveglia, milioni di persone iniziano a starnutire, tossire, lacrimare e a grattarsi la zona degli occhi.

Non importa dove ci troviamo o cosa stiamo facendo: i granuli pollinici interagiscono con il nostro organismo e quest’ultimo, molto spesso, reagisce male.

Insomma, seppur bella e affascinante, la primavera e anche l’estate porta con sé diversi fastidi fisici che possono limitare quotidianamente le prestazioni di molti di noi.

Sono tante le opzioni che abbiamo a disposizione per alleviare i fastidi causati dall’allergia primaverile. Prevedibilmente, la maggior parte delle persone sceglie gli antistaminici.

Tuttavia, questi ultimi possono causare sonnolenza e stanchezza, oltre a farci sentire più nervosi e irritabili.

In alternativa a questi farmaci, esistono diversi rimedi naturali che vanno dall’omeopatia all’assunzione di cibi ricchi di sali minerali e vitamina C, i quali contribuiscono a portare a zero la produzione di istamina.

Nel contesto dei rimedi naturali, oltre ai cibi e alla medicina alternativa a cui abbiamo fatto brevemente riferimento, si inseriscono anche gli infusi e i decotti.

Alcune foglie o radici, infatti, per le loro proprietà, possono alleviare in maniera considerevole il fastidio dato dai sintomi dell’allergia ai pollini.
Nei prossimi paragrafi avrete modo di conoscere l’identità di alcuni di questi infusi.

Spoiler: gli ingredienti sono facilmente recuperabili. Forse la soluzione per contrastare i sintomi allergici la trovate proprio nel vostro giardino o, al massimo, in cucina!

Curcuma e zenzero: due radici salvifiche

Se volete lasciare gli antistaminici nel cassetto e provare nuove tecniche per combattere l’allergia primaverile, poteste provare a trarre giovamento delle proprietà antinfiammatorie, antibiotiche e immunostimolante della curcuma.

Questa pianta erbacea, originaria dell’Asia sud-orientale, è un vero e proprio disinfettante naturale.

Tra le altre cose, la curcuma può essere utilizzata per ottenere sollievo dai sintomi allergici. Come funziona? versate un cucchiaio di radice di curcuma grattugiata in un pentolino di acqua bollente. Lasciate cuocere a fiamma bassa per un quarto d’ora, e il gioco è fatto!

Il procedimento è molto simile per quanto riguarda lo zenzero. L’infuso a base di zenzero è un toccasana per gli allergici!

Grazie alle sue proprietà antistaminiche e antiflogistiche, la radice dello zenzero vi libererà dai fastidi respiratori e dal prurito avvertito in gola.

Tagliate quattro o cinque pezzettini di radice e immergeteli nell’acqua bollente, lasciando cuocere a fiamma media fino a ebollizione, e successivamente per altri due minuti a fiamma bassa.

Per potenziare il vostro infuso, vi consigliamo di aggiungere anche tre grani interi di pepe nero e metà stecca di cannella!

Nei giardini non mancano mai: basilico e ortiche

Anche le foglie che popolano i nostri giardini hanno effetti rilassanti e possono rappresentare dei legittimi sostituti dei farmaci che calmano i sintomi delle allergie.

Il basilico, infatti, contiene proprietà antistaminiche e antinfiammatorie. Per questo, potreste provare a utilizzare questa pianta non soltanto per rendere le vostre pietanze più profumate, o per fare il pesto, ma anche per preparare una tisana calda che vi aiuterà a fronteggiare gli effetti sgraditi della primavera.

È vero, vi stiamo proponendo una bevanda dal sapore insolito: che ne dite di aggiungere un cucchiaino di miele?

L’ortica contiene quercetina, questo vuol dire che potete utilizzare le sue foglie e preparare un decotto, in modo da ridurre l’intensità con cui starnutite e tossite durante una crisi allergica.

Lasciate le foglie in ebollizione per una decina di minuti, dopodiché filtrate e sorseggiate il vostro infuso di ortiche.

Sarebbe il caso, infine, di stringere una sincera amicizia con questo tipo di tisane: se iniziate a berle già in inverno, gli effetti sul vostro organismo saranno ancor più massicci!

INDICE DELL’ARTICOLO

Acquisire familiarità con gli strumenti e i percorsi
La fase di preparazione non finisce qui
Esercizio graduale e costante
Graduale non significa una volta al mese, quando capita!